PALEONTOLOGIA

Cronologia preistorica

Dopo la descrizione e la classificazione dei fatti è necessario riferirli a una scala cronologica. L'istituzione di una cronologia ha costituito il primo compito degli studiosi di preistoria. Lo schema classico mostra la successione delle età della pietra (Paleolitico, Mesolitico, Neolitico), del rame (Eneolitico) e del bronzo, prima dell’età del ferro. Se è difficile individuare con precisione l’inizio della preistoria dato che essa inizia con la comparsa dell’Uomo, è anche difficile precisarne il termine poiché l’inizio della storia varia a seconda dei luoghi. La Gallia, per esempio entra nella storia con l’invasione di Giulio Cesare (52 a.C.) in piena età del ferro (civiltà di La Tène); nel continente americano il passaggio avviene all’inizio del XVI secolo con la conquista spagnola.
In una cronologia la difficoltà maggiore è quella di elaborare un sistema coerente. Lo schema classico si fonda sulla materia prima degli utensili: la pietra e poi il metallo. Gordon Childe (1892-1957) ha posto l'accento sulle basi economiche delle società preistoriche e la tendenza attuale è di sottolineare questo aspetto.

Il caso della preistoria americana è significativo: divisa in cinque stadi (il Litico, I’Arcaico, il Formativo, il Classico e il Postclassico), questa cronologia è assolutamente incoerente, dato che il primo stadio (Litico) è fondato, come in Europa, sulla materia prima utilizzata, il secondo (Arcaico) segna un'antichità relativa in rapporto con le grandi civiltà mesoamericane e i tre successivi rappresentano livelli culturali. Gli studiosi della preistoria trovano molte difficoltà nel rompere con una cronologia tradizionale passata nei costumi, ma è possibile che venga elaboralo in un prossimo futuro un nuovo sistema che si fondi su criteri socioeconomici. Sono già stati delineati due stadi fondamentali: i predatori, o cacciatori-raccoglitori, e i produttori di cibo.

L 'interpretazione.
In questo stadio della ricerca, lo studioso della preistoria possiede una serie di fatti che si articolano lungo le due dimensioni, spaziale e temporale. Egli ha determinato una sequenza di fasi culturali e tenta di integrare questa sequenza in uno schema collegandola con le altre già esistenti. Un simile panorama deve permettergli di interpretare i resti materiali e di trasformare i fatti materiali in fatti umani. I primi due livelli della ricerca sono orientati solo in funzione dell'ultimo stadio, l'interpretazione.
L'archeologo diventa allora un vero e proprio studioso della preistoria.


Google
 
Categore principali
L’Antropologia
L’Arte degli Uomini Preistorici
I Dinosauri
Primario
Secondario
Terziario
Quaternario
Homo Sapiens
Le Industrie
La Paleobotanica
La Paleozoologia
La Preistoria
La Ricerca Preistorica
La Paleontologia
Menu Ricenca Preistorica
Natura della Ricerca Preistorica
La Cronologia
La Preistoria e le Scienze esatte

La paleontologia e relativo studio dei fossili avvenuto 300 anni fa con l'osservazione dei primi reperti animali, vegetali e uomini preistorici.

Sito dedicato alla paleontologia e alla preistoria