PALEONTOLOGIA

Era primaria

Una delle ere geologiche.
Delle diverse ere di suddivisione del tempo geologico a partire dal Precambriano. il Primario è l'era di maggior durata, ed è anche una delle più importanti. Vi si sono differenziati i principali gruppi animali e vegetali e sono avvenute due delle grandi orogenesi (caledoniana ed ercinica) responsabili della struttura di gran parte dell'Europa e dell'America settentrionale. La vita animale e vegetale, la disposizione delle terre e dei mari erano completamente differenti da quella attuale.
Storia del termine.
Il termine Primario ha un valore storico incontestato, il nome dato a quest'era esprime il risultato di osservazioni fondamentali dei pionieri della geologia alla fine del XVIII secolo. Presto il termine è entrato nell’uso per designare una tappa importante nell'organizzazione del mondo vivente e si è fatto coincidere l’inizio dell'era primaria con i primi fossili ben identificabili. Si comprende in questo modo l’espressione di «fauna primordiale» data da J. Barrande nel 1846 ai fossili della Boemia, che egli riteneva i più antichi, e il termine «Paleozoico» (dal greco palaios antico) utilizzato frequentemente come sinonimo di Primario per i terreni che ricoprono quelli antecambriani considerati azoici.

Discussione del valore del termine e i limiti del Primario.
I terreni paleozoici, in realtà, non sono né archeozoici né proterozoici (vita primitiva o vita primaria). La vita esisteva già nell’Antecambriano, come è stato documentato dal ritrovamento di resti di organismi e di rocce di origine organica. Queste prove permettono di datare la comparsa della vita, ma sono ancora molto rare, disperse, talvolta enigmatiche; lo sviluppo dei principali organismi è veramente la caratteristica dei tempi primari, che restano ancora i primi «tempi fossiliferi» .
Il limite inferiore del Primario non è facile da stabilire. E’ facile nelle regioni in cui il Cambriano (soprattutto con i primi Trilobiti) è trasgressivo e discordante sui terreni anteriori, profondamente corrugati poi livellati e dove per conseguenza la comparsa della fauna sembra avvenire in modo improvviso. Ma esistono regioni dove gli strati cambriani datati poggiano su serie dette «dell’Infracambriano» spesso azoiche, ma che devono corrispondere al periodo di differenziazione degli Invertebrati.
Quest’Infracambriano ha in realtà consegnato una fauna.
La scoperta della fauna di Ediacara (Australia) ha dimostrato che dopo gli organismi «primitivi» (Cianoficee, Batteri, Sporomorfi) sono comparsi i Metazoi. Questa fauna, risalente a circa 700 milioni di anni fa, comprende una trentina di specie: Celenterati (sei generi di meduse, di Pannatulidi), Anellidi, e forme ricollegate a un echinoderma e ad un mollusco primitivo.

Attualmente si è convenuto di fare iniziare l’era primaria con i fossili identificabili appartenenti alla fauna detta Olenellus (Cambriano inferiore). Il limite superiore del Primario, cioè quello che lo divide dal Secondario, coincide con la fine dell’edificazione della catena ercinica. Questa è avvenuta in Europa in seguito a numerose fasi tettoniche che si sono succedute durante un tempo abbastanza lungo e d’importanza variabile secondo la localizzazione. La divisione si basa essenzialmente sull’ultima manifestazione orogenetica: la catena degli Urali termina la sua edificazione alla fine del Permiano, prima del deposito dei terreni del Triassico, primo sistema dell’era Secondaria.
In Europa occidentale, non è sempre facile separare il Permiano dal Triassico, poiché lo smantellamento della catena ercinica non è ancora terminato.
La geologia ha conosciuto il suo primo sviluppo in Europa (soprattutto nelle regioni occidentali). I terreni primari sono stati particolarmente ben studiati, tanto più che racchiudono ricchi giacimenti di carbone e sono particolarmente rappresentativi. Così si spiega la terminologia utilizzata per le diverse denominazioni, in particolare le suddivisioni in sistemi: Cambriano (da Cambria nel Galles), Ordoviciano (dalla popolazione degli Ordovici, nel Galles), Siluriano (dalla popolazione dei Siluri, abitanti del Shropshire), Devoniano (da Devon), Carbonifero (da Carbone), Permiano (da Perm in ex U.R.S.S.); o meglio ancora gli appellativi di Caledoniano, Ercinico (da Harz, in Germania), ecc.


Google
 
Categore principali
L’Antropologia
L’Arte degli Uomini Preistorici
I Dinosauri
Primario
Secondario
Terziario
Quaternario
Homo Sapiens
Le Industrie
La Paleobotanica
La Paleozoologia
La Preistoria
La Ricerca Preistorica
La Paleontologia
Menu Paleozoologia
I Fossili e la Fossilizzazione
Paleontologia e Sistematica
Gli Invertebrati Fossili
I Vertebrati Fossili

La paleontologia il termine che indica lo studio di un insieme di discipline: paleontologia tassonomica, paleontologia stratigrafica o biostratigrafia, paleobiologia, paleozoologia, paleobotanica, palinologia, micropaleontologia, paleoicnologia, paleoecologia, paleobiogeografia, paleoantropologia o paleontologia umana, paletnologia.

Sito dedicato alla paleontologia e alla preistoria