PALEONTOLOGIA

Il mondo nell'era terziaria

È quindi necessario fare ancora una volta appello al meccanismo della deriva dei continenti, eredità del Secondario. Gli oceani si allargano progressivamente: le piattaforme oceaniche ricoperte di sedimenti marini del Terziario sono le più numerose (due terzi). I continenti conquistano gradualmente le loro posizioni attuali e gli oceani assumono una configurazione che ci è familiare (per esempio, l’Atlantico settentrionale). L’Australia e l’Antartico si separano definitivamente. La collisione fra il blocco asiatico e l’India provoca la formazione delle catene himalaiane. Per contro, e a testimonianza dell’acquisizione di una certa stabilità, appaiono ponti continentali, come quello che assicura la congiunzione delle due Americhe (Panamá).
Nella Tetide, l’alternarsi di separazioni e di congiungimenti dei blocchi conduce all’evoluzione finale dei campi geosinclinali secondari: i moti di congiungimento provocano violente compressioni e sono responsabili delle più spettacolari deformazioni del sistema alpino: i corrugamenti e i sovrascorrimenti.

Nel corso del Terziario prosegue la ridistribuzione delle masse erciniche e le strutture alpine acquistano l’aspetto attuale: Atlante, cordigliere Betiche, Alpi, Appennini, Carpazi, Balcani, Alpi albanesi, catene dell’Asia minore, Iran, Birmania, Indonesia, catene insulari del Pacifico, senza dimenticare i Pirenei, il Caucaso e l’Himalaia.
Se l’Eocene sembra essere più semplicemente un’epoca nel corso della quale proseguono i meccanismi secondari, l’Oligocene e il Miocene sono periodi di profonda crisi orogenetica (relativa all’orogenesi), caratterizzati dalla frattura o dalla compressione di vaste zone, dalla comparsa e stabilizzazione di nuove unità e dallo sviluppo del vulcanismo. Più tardi, verso la fine del Pliocene, si verifica un’ultima e profonda modificazione della configurazione delle catene recentemente formate: grandi sprofondamenti danno origine al Mediterraneo.



Google
 
Categore principali
L’Antropologia
L’Arte degli Uomini Preistorici
I Dinosauri
Primario
Secondario
Terziario
Quaternario
Homo Sapiens
Le Industrie
La Paleobotanica
La Paleozoologia
La Preistoria
La Ricerca Preistorica
La Paleontologia
Menu Terziario
Caratteri Generali dell’Era Terziaria
La Vita nell’Era Terziaria
Il Mondo nel Terziario

Con il temine fossile o reperto archeologico, si intende un essere vivente appartenente al passato senza vita conservato nel tempo attraverso sedimenti rocciosi o resine.

Sito dedicato alla paleontologia e alla preistoria