PALEONTOLOGIA

Paleolitico

Il Paleolitico è un periodo preistorico che copre la maggior parte dell’era quaternaria, dal suo inizio fini all’VIII millenio, cioè circa un milione di anni. Il termine è stato creato da John Lubbock nel 1865 per designare l’«età della pietra scheggiata», in contrapposizione al Neolitico, l’«età della pietra levigata». La cronologia del Paleolitico in Europa, stabilita alla fine del secolo scorso, è fondata essenzialmente su studi dei siti francesi. Il modello europeo è servito da riferimento per l’intero pianeta, a eccezione dell’America, poiché la comparsa dell’uomo in questo continente risale solamente a circa 30.000 anni fa. Si distinguono tre epoche: Paleolitico inferiore o antico, Paleolitico medio e Paleolitico superiore.
Gli Ominidi, attraverso la fabbricazione di utensili, la costruzione di abitazioni, l'intervento sull'ambiente, l'accumulazione dei resti derivati dalle loro attività e infine dei loro propri resti hanno lasciato testimonianze che esigono una classificazione cronologica.
I primi utensili, opera degli Australantropi, erano semplici ciottoli scheggiati, non rifiniti, sia su una sola faccia (chopper), sia su entrambe (chopping-tool). Tale industria, che è la forma più primitiva della pietra scheggiata, viene indicata con l’espressione pebble culture.

Il Paleolitico inferiore inizia con la pebble culture; successivamente si oppongono le industrie senza amigdale, localizzate spesso al nord dell'Eurasia. e le industrie ad amigdale, rappresentate dall'Abbevilliano e dalI'Acheuleano, che corrisponde all'interglaciale Mindel-Riss e al Riss proseguendo fino all'inizio del Würm. Il Paleolitico medio è l'epoca del Musteriano. L'utilizzazione dell'osso e l'aumento dell'utensileria derivata dalle lame identificano il Paleolitico superiore e le sue differenti industrie (Aurignaciano; Solutreano, Maddaleniano, contemporaneo della fine del Würm). Nel corso di un periodo di transizione, il Mesolitico, l'utensileria si diversifica e si miniaturizza, mentre comincia il disgelo. Fin dal Vll millennio prima della nostra era, mentre numerosi gruppi umani nel mondo adottano ancora tecniche ormai arcaiche, in Oriente comincia il Neolitico. Inoltre, le divisioni stabilite a partire dallo studio delle tecniche non possono essere estese senza precauzioni a vasti spazi in conseguenza delle disparità evolutive delle differenti società. Le disparità della periodizzazione preistorica, che riflettono l'accelerazione dell'evoluzione delle tecniche, così come la crescita e la diffusione della popolazione, non facilitano le correlazioni che si possono ricercare con le cronologie basate sull'esame dell'ambiente.
I risultati ottenuti dalla geologia, dalla preistoria, dalla zoologia e dalla botanica, controllati e coordinati, hanno permesso di stabilire con la correlazione una cronologia relativa.

La religione.
È certo che l’Uomo di Neandertal seppelliva i propri morti. Ciò vuol dire che aveva organizzato un sistema religioso? André Leroi-Gourhan sottolinea che le pratiche funerarie non sono prova assoluta di credenze metafisiche. Egli scrive: «Il morto, fintanto che conserva (tolte parola e gesto) il suo aspetto abituale, appartiene ancora al mondo dei viventi, e il suo interramento non implica direttamente il suo risveglio ulteriore». Tali pratiche potrebbero dunque costituire reazioni affettive paragonabili a quelle di taluni animali superiori. Tuttavia, lo stesso studioso afferma che la presenza di spiedi d'avorio in una tomba del Paleolitico superiore «suggerisce il deposito di un'arma in previsione di un futuro». Non potremo mai ricostruire i pensieri reconditi dell'Uomo del Paleolitico; tuttavia, in virtù degli schemi universali di comportamento, possiamo porre il seguente postulato: l'arte preistorica comprende simboli religiosi, che ricercheremo per analizzarli e scoprirne, se possibile, il contenuto. Sebbene si constati una certa organizzazione dei temi nell'arte parietale, quest'ultima tappa presenta ancora lati oscuri.


Google
 
Categore principali
L’Antropologia
L’Arte degli Uomini Preistorici
I Dinosauri
Primario
Secondario
Terziario
Quaternario
Homo Sapiens
Le Industrie
La Paleobotanica
La Paleozoologia
La Preistoria
La Ricerca Preistorica
La Paleontologia
Menu Quaternario
Caratteri Generali del Quaternario
La Flora e la Fauna nell’Era Quaternaria
Geologia e Geomorfologia nell’Era Quaternaria
Il Paleolitico
Le Fasi Principali del Quaternario

Con il temine fossile o reperto archeologico, si intende un essere vivente appartenente al passato senza vita conservato nel tempo attraverso sedimenti rocciosi o resine.

Sito dedicato alla paleontologia e alla preistoria