PALEONTOLOGIA

I vegetali non vascolari

Passeremo ora in rassegna i grandi gruppi di Vegetali fossili.
Ricordiamo che si può misurare il tempo in megan (= 1 milione d'anni) ed in gigan (= 1 miliardo d'anni).
BP sono le iniziali di Before Present (prima del presente).
Le Protocariote.
• Le Alghe azzurre o Cianoficee. Contrariamente alla loro denominazione, questi organismi, spesso microscopici, non sono vere e proprie alghe (le Alghe vere sono delle Eucariote), e non sono azzurre (la loro colorazione varia dal rosso al violetto). Con i Batteri, sono i Vegetali più antichi che si conoscano ed erano particolarmente abbondanti durante il Precambriano, 2 o 3 miliardi di anni fa («era delle Alghe azzurre»).
Alcune specie, fissando l'anidride carbonica atmosferica (assimilazione clorofilliana o fotosintesi) provocano il deposito di carbonato di calcio, sotto forma di concrezioni calcaree dette stromatoliti; è questo il caso delle Collenia, nel Precambriano e nel Cambriano. Un fossile assai antico, reperito nel Precambriano finlandese, che si presenta sotto forma di piccole e oblunghe sacche, lunghe qualche centimetro, carbonose, ha messo in imbarazzo i Paleontologi, dal che il suo nome di Corycium enigmaticum (= «il sacco enigmatico»). Queste sacche sono indubbiamente la traccia di colonie di Alghe azzurre.
• I Batteri. Il tallo (= apparato vegetativo) dei Batteri si riduce ad una sola microscopica cellula: essi sono Vegetali unicellulari. Se ne sono ritrovate le tracce dei sedimenti più remoti (3 miliardi d'anni).
La funzione dei Batteri è stata indiscutibilmente fondamentale al momento della formazione dell'atmosfera terrestre.

Le Tallofite eucariote.
Si tratta di Vegetali non vascolari la cui organizzazione è a livello del tallo (ossia senza radice e fusto), come i Batteri e le Alghe azzurre, ma con cellule perfette (cellule nucleate, dal che l'attributo di eucariote ).
Questo gruppo comprende le Alghe in senso stretto, i Funghi ed i Licheni.
• Le Alghe vere e proprie o Ficofite.
Sono suddivise in Alghe rosse, brune e verdi. Alcune sono microscopiche, altre gigantesche e si trovano in tutti i terreni, persino i più antichi (il che testimonia la loro estrema adattabilità). Fra le più interessanti, dal punto di vista geologico e paleontologico, citiamo: le colonie di Alghe verdi dette Botriococcacee, ricche d'olio, che vivono in acqua dolce e che costituiscono la materia prima dei carboni d'alghe e dei bitumi; le Dasicladacee, Alghe verdi che risalgono all'Ordoviciano (da 500 a 440 megan BP) e che hanno formato gli scogli dell'era secondaria; le Litotamniee, Alghe rosse note sin dal Cretaceo. Le Diatomee meritano di essere menzionate a parte; esse hanno un guscio siliceo e l'accumulazione di questi gusci forma le rocce denominate diatomiti; sono note dal Giurassico inferiore (circa 190 megan BP).
I Flagellati sono Alghe verdi, unicellulari, agglomerate da una sostanza gelatinosa. Ogni cellula è munita di uno o più tentacoli (flagelli). Le Coccolitoforidee (vegetali marini noti dall'era primaria) secernono minuscoli corpi calcarei, i coccoliti, la cui dimensione si aggira sul micron (1 micron = 1 millesimo di mm). Dopo la morte del vegetale, questi semi cadono sul fondale marino e concorrono alla formazione di sedimenti calcarei.
I Silicoflagellati sono Flagellati silicei, noti dal Cretaceo superiore (90 megan BP).
• I Funghi ed i Licheni.
I Funghi sono delle Tallofite che si differenziano dalle Alghe per il fatto che non possono assorbire l'energia solare per fabbricare essi stessi le loro materie organiche (essi non possiedono clorofilla).
Conseguentemente essi devono vivere da parassiti su altri organismi oppure consumarne i prodotti di decomposizione (Muffe).

Generalmente i Funghi non presentano parti minerali solide; essi si putrefano assai rapidamente e questo spiega la scarsità di loro fossili. Se ne sono trovate comunque alcune tracce, nel Precambriano canadese (2, 6 miliardi d'anni) e si conoscono alcuni Funghi parassiti che risalgono al Devoniano. Una muffa, Penicillites, simile a quella da cui si estrae oggi la penicillina, era già ben rappresentata all'inizio del Terziario, circa 65 milioni di anni or sono.
I Licheni sono vegetali risultanti dall'associazione fra un'alga ed un fungo e sono pure assai rari allo stato fossile.
• Le Caroficee costituiscono un gruppo particolare, un tramite fra le Alghe ed i Muschi; esse formano un tappeto vegetale sul fondale degli stagni. Sono note sin dal Devoniano ed hanno lasciato impronte di filamenti, ricchissime di clorofilla, o piccoli semi dalla tipica ornamentazione.
Le Briofite.
Questi vegetali clorofilliani il cui apparato vegetativo non è più un tallo ma un cormo, hanno lasciato pochissimi fossili in quanto il loro organismo non comporta parti minerali consistenti. Si trovano tuttavia alcuni Muschi nei travertini; gli Sfagni, piante acquatiche concorrono a formare la torba. Per molto tempo si è creduto che le Briofite fossero nate durante il Carbonifero; è stato poi accertato (lavori di Kozlowski) che esse esistevano già nel Siluriano (fra 395 e 345 megan BP).


Google
 
Categore principali
L’Antropologia
L’Arte degli Uomini Preistorici
I Dinosauri
Primario
Secondario
Terziario
Quaternario
Homo Sapiens
Le Industrie
La Paleobotanica
La Paleozoologia
La Preistoria
La Ricerca Preistorica
La Paleontologia
Menu Paleobotanica
Le Piante Fossili
I Vegetali non Vascolari
I Vegetali Vascolari

Paleontologia: branchia della scienza che studia i reperti fossili della preistoria degli esseri viventi ed esseri umani.

Sito dedicato alla paleontologia e alla preistoria